Rasiglia – domenica 11 novembre 2018

Escursione a Rasiglia con
ASDS Majorana di Orvieto

Rasiglia è una frazione montana del comune di Foligno (PG), facente parte della circoscrizione 8 “Valle del Menotre”.
Il paese è situato a 648 m s.l.m., a circa 18 km da Foligno lungo la Strada statale 319 Sellanese che conduce in alta Valnerina, dopo essersi distaccata dalla Strada statale 77 della Val di Chienti a Casenove e lungo il fiume Menotre nell’omonima valle.
Rasiglia è anche conosciuta come “Borgo dei ruscelli”, per via dei corsi d’acqua che attraversano il piccolo centro della frazione.
Il paese conserva l’aspetto tipico di borgo medievale umbro, raccogliendosi in una struttura ad anfiteatro. Le prime notizie sull’esistenza del paese risalgono agli inizi del XIII secolo, nelle cosiddette “carte di Sassovivo”, cioè l’archivio dell’Abbazia di Sassovivo. Qui è menzionata per la prima volta la curtis de Rasilia, che risultava avere come edificio di culto la chiesa di S. Pietro.
Rasiglia era fiancheggiata dall’antica via della Spina, a circa tre chilometri, importante per i traffici commerciali tra Adriatico e Tirreno ed in particolare tra Roma e la Marca Anconetana. Nel XIV secolo anche a difesa della strada furono costruite alcune fortificazioni. Tra queste va ricordato, a Rasiglia, il castello dei Trinci (signori di Foligno), che con la sua posizione strategica permetteva il controllo della valle del Menotre.
Nella prima metà del Seicento, diminuita l’importanza militare, Rasiglia si affermò per le attività artigianali (mulini, opifici) grazie alla forza idrica proveniente dal fiume Menotre.
Durante la seconda guerra mondiale i rastrellamenti nazifascisti non risparmiarono la comunità rasigliana. Nel giugno del 1944 l’attentato a due tedeschi scatenò una rappresaglia, durante la quale tre paesani vennero deportati a Mathausen. Di essi solo uno – Colombo Olivieri – è tornato.
Dal 1945 al 1980 circa, Rasiglia ebbe il massimo sviluppo economico. Negli ultimi decenni, invece, con la chiusura delle attività industriali, gran parte degli abitanti si è spostata a Foligno. A seguito del terremoto del 1997, la popolazione ha vissuto prima all’interno dei container, poi presso il “villaggio delle sorgenti” costituito da fabbricati in legno e ubicato esternamente al nucleo urbano.
(Fonte Wikipedia)

SCHEDA TECNICA

Percorso: in linea, non impegnativo, da Pale a Rasiglia lungo il corso del Menotre,

  • difficoltà: E/T,
  • lunghezza percorso: circa 9 km. più la visita di Rasiglia,
  • dislivello in ascesa: circa 250 m.,
  • tempo di percorrenza: tre ore, soste comprese,
  • pranzo: al sacco, appena giunti a Rasiglia,
  • Appuntamento: ore 7,50 al palazzetto dello sport,
  • partenza: ore 8,00,
  • arrivo a Pale: ore 9,30 e partenza per l’escursione,
  • arrivo a Rasiglia: ore 12,30/12,45 e pranzo al sacco,
  • visita di Rasiglia: ore 13,00 con l’associazione che ha recuperato luoghi e materiali per la lavorazione dei tessuti sfruttando l’energia dell’acqua (daremo un contributo di 3 € a persona).
  • Recupero delle auto per la “navetta”,
  • arrivo ad Orvieto previsto per le ore 16,30.
  • Si prega di dare le adesioni entro venerdì 9 per favorire l’organizzazione dello spostamento a navetta.
  • Abbigliamento: scarpe da trekking, bastoncini, giacca antivento.

Accompagnatori:
Paolo 1 : 3393022881

 I non soci dovranno attivare l’assicurazione obbligatoria giornaliera comunicando telefonicamente o via whatsapp, nome, cognome, luogo e data di nascita al n 333 8946791.

La quota di partecipazione va data al responsabile dell escursione prima della partenza.

Vota questo articolo!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...